06 - Prevenzione incendi-STUDIO TECNICO GIANFRANCO MUTTI - GEOMETRA

06 - Prevenzione incendi


La prevenzione incendi definisce tutta l'attività finalizzata alla prevenzione e/o al rischio del sorgere degli incendi.

All'interno dei luoghi di lavoro, è d'obbligo per il datore di lavoro, redigere una valutazione dei rischi, come stabilito dal testo unico sulla sicurezza sul lavoro, che comprende la valutazione e la prevenzione del sorgere di un eventuale incendio.


Pratica di prevenzione incendi

La predisposizione del progetto antincendio costituisce la fase di avvio di una pratica di prevenzione incendi. Deve essere verificata e quindi garantita la conformità del fabbricato e dei sistemi di protezione attiva e passiva contro l’incendio sia alla normativa antincendio che disciplina la specifica attività.

Per le attività in categoria A dell’Allegato I del D.P.R. 151/2011 è previsto che il progetto venga allegato direttamente alla SCIA Antincendio.

L'art. 3 del medesimo decreto prevede, invece, che per le attività classificate in categoria B e C i progetti antincendio debbano essere preliminarmente sottoposti ad una richiesta di valutazione da parte dei funzionari del Comando Provinciale VV.F. competente (Istanza di valutazione del progetto).

 
Rinnovo periodico della Conformità Antincendio (ex Rinnovo CPI)

Prima dello scadere del documento autorizzativo valido ai fini della prevenzione incendi (CPI o SCIA Antincendio) si deve presentare l'attestazione di rinnovo periodico della conformità antincendio, così come introdotto dall’art. 5 del D.P.R. 151/2011  e nuovamente disciplinato dall’art. 5 del D.M. 7 agosto 2012.
Il Professionista Antincendio

Il D.M. 7 agosto 2012, all'art. 1, definisce il professionista antincendio un professionista iscritto in albo professionale, che opera nell'ambito delle proprie competenze ed iscritto negli appositi elenchi del Ministero dell'Interno di cui all'art. 16 del D.L. 8 marzo 2006 n. 139. Questa figura professionale ha la possibilità di firmare gli atti specifici sulla sicurezza antincendio in quanto ha effettuato corsi che prevedono un esame finale di abilitazione.

Il professionista antincendio è obbligato ad effettuare un aggiornamento periodico (40 ore ogni 5 anni) per mantenere l'iscrizione negli elenchi del Ministero dell'Interno.

*** ***